Come organizzare lo zaino fotografico per un viaggio in Islanda

L’Islanda con le sue bellezze naturali e i suoi molteplici colori  è una delle mete preferite per i fotografi di paesaggio. Anche in inverno quando la natura “riposa” sotto la coltre nevosa le luci basse del giorno e dell’aurora boreale ne rendono i paesaggi uno spettacolo davvero unico.

Quindi, se vi state preparando per un viaggio fotografico, ecco una sintesi di cosa non potrà mancare nel vostro zaino (ovviamente impermeabile):

  • corpo macchina (meglio full frame per riuscire a sfruttare pienamente un grandangolo e inquadrare così interamente la vastità del paesaggio);
  • grandangolo e teleobiettivo con relativi paraluce (un 16-35mm e un 70-200mm vanno benissimo),
    meglio se molto luminosi con apertura f2.8 in caso abbiate la fortuna di riuscire a fotografare l’aurora boreale;
  • un treppiede con testa 3D (per gli amatori che devono acquistarne uno va benissimo il modello Manfrotto Compact MKC3-P01);

Inoltre, per chi è già più esperto potrà essere utile avere:

  • schede di memoria e hard disk (se possibile anche un computer portatile o ipad  per dare un’occhiata ai vostri scatti a fine giornata);
  • Filtro UV, Polarizzatore e ND (per poter fare delle lunghe esposizioni);
  • una protezione impermeabile per poter fotografare anche sotto la pioggia (una cuffia da doccia va benissimo);
  • scatto flessibile;
  • uno speedlight in modo da realizzare delle immagini suggestive la notte e poter illuminare così dei soggetti in primo piano;
  • un moltiplicatore di focale per catturare i soggetti più lontani come le pulcinella di mare;
  • batterie di ricambio, perchè in caso di temperature molto basse tendono ad esaurire velocemente la carica.

Nei prossimi incontri inizieremo a dare dei consigli tecnici su come scattare delle splendide fotografie.

Per il momento se volete approfondire un argomento in particolare scriveteci pure.

Sonia Santagostino

Be Sociable, Share!