Italia – Trekking in Val Zebrù e Val Cedec nel cuore dell’Alta Valtellina

Un week-end per immergersi nella bellezza del Parco nazionale dello Stelvio

Programma

1° giorno:
Arrivo dei partecipanti (ore 10:00) a Niblogo (parcheggio per Val Zebrù)
Da qui, a piedi (sentiero 29), si continua lungo la carrareccia che addentrandosi nella valle, dapprima incassata poi sempre più aperta, ripassa più volte il Torrente Zebrù e guadagna lentamente quota attraverso caratteristici nuclei di baite raggiungendo poi il Rifugio Campo (mt. 2000 in circa 2 ore). Proseguendo, si arriva presso la Baita del Pastore (mt. 2166), da qui la strada prosegue con una serie di tornanti che fanno guadagnare quota e il paesaggio  muta, allargandosi in verdi prati adibiti al pascolo, per arrivare alla grande e varia morena della Val Rio Marè.
La strada sterrata sterrata prosegue, fino a diventare un comodo sentiero che porta al rifugio, ben visibile sul costone roccioso, ai piedi del Monte Zebrù con sullo sfondo l’imponente cresta (Hochjochgrat) dell’Ortles.

Tempo di percorrenza a piedi:  4 ore

Difficoltà: E

Dislivello: 1270 m

Cena con menù tipico valtellinese

2° giorno:
Chi vuole può svegliarsi prima dell’alba per catturare le prime ore del giorno.

Colazione e partenza verso la Val Cedec.

Ci si incammina verso i passi dello Zebrù  3010m lungo uno dei più sentieri del Parco Nazionale dello Stelvio, immerso nella tranquillità della Val Zebrù, con possibilità di imbattersi in numerosi branchi di stambecchi, circondati da pietre dai mille colori e sfumature, il percorso è molto semplice e adatto a tutta la famiglia. Nel tragitto in base alle esigenze dei partecipanti si potrà osservare la natura e rifocillarsi.
Dai passi (vista spettacolare sui ghiacciai) si scenderà al rifugio Pizzini dove si dovrà rientrare a mezzo Jeep al parcheggio di Niblogo.

Tempo di percorrenza a piedi: circa 3 ore e mezza

Difficoltà: E

Dislivello: 400 m

INFORMAZIONI UTILI

Per partecipare è necessario un abbigliamento idoneo all’ambiente montano: vestirsi a strati. Scarponi da montagna berretto, guanti, giacca a vento, sacco lenzuolo, racchette. I percorsi escursionistici  sono alla portata di un escusionista medio, ma non presentano difficoltà tecniche.

Gli orari e le durate sono indicativi e possono subire variazioni in base alle esigenze e al meteo. In rifugio è obbligatorio l’uso del sacco lenzuolo (non sacco a pelo). Nel caso non siate in possesso del sacco ve ne fornirà uno il rifugio (il prezzo è di 2.50 euro)

Date 2013:

In definizione

Costi: 110 euro per persona per min 6 pax – max 12 pax

La quota comprende:
Tisana di Benvenuto, Cena (escluse bevande).
Pernottamento,  prima colazione, pranzo al sacco del secondo giorno
Accompagnatore di media Montagna per tutta la durata del trekking

La quota non comprende:
Bevande consumate durante la cena al rifugio
Spostamenti in auto per raggiungere Niblogo
Pranzo al sacco del primo giorno

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

informazioni@slow-trekking.it
tel.3483626294

 

Be Sociable, Share!