Islanda – Terra di ghiaccio e fuoco in MOUNTAINBIKE – LUGLIO 2018

Sprengisandur

Programma:

1°giorno: Arrivo a Reykjavik e trasferimento in GH o Ostello.

2°giorno: Prima tappa, usciamo dal centro abitato di Reykjavik in mattinata e incominciamo a pedalare in direzione del parco nazionale di Thingvellir, luogo di grande importanza storica e geologica. Dopo 70/80 Km in sella giungiamo al campeggio attrezzato di Geysir, dove trascorriamo la notte. Il campeggio è situato a poche centinaia di metri dal famosissimo Geysir e dal geyser Strokkur, sempre in attività. La prima tappa è prevalentemente su asfalto.

3°giorno: Partiamo in bicicletta e dopo 6 Km raggiungiamo la cascata di Gulfoss, dove effettuiamo una sosta per ammirarne la maestosità. Dopo pochi chilometri dalla cascata inizia la vera avventura, lo sterrato della mitica pista F35, conosciuta anche come Kjolur. Dopo 85 Km impegnativi, arriviamo alle sorprendenti montagne colorate di Kerlingarfjoll, dove pernottiamo.

4°giorno: Da Kerlingarfjoll incominciamo a pedalare per ritornare sulla F35, ci spostiamo in direzione nord fino all’area geotermale di Hveravellir, 40 Km circa. Qui possiamo fare un ritemprante bagno nelle sorgenti termali naturali e visitare l’area geotermale. Pernottiamo in campeggio attrezzato in questo magico luogo.

5°giorno: Saliamo in bicicletta per compiere l’ultimo tratto che ci porterà ad incrociare la ring road N1, dopo circa 80 Km. Con i nostri mezzi 4×4 raggiungiamo la capitale del nord Akureyri, dove pernottiamo.

6°giorno: Giornata senza bici. Con le nostre jeep raggiungiamo Husavik splendido paese di pescatori, capitale del whale watching, dove è possibile fare un’ uscita in barca, per avvistare le balene (durata 3h). Nel pomeriggio esploriamo l’area del lago Myvatn e delle sorgenti geotermali di Namaskard. In serata ritorniamo ad Akureyri.

7°giorno: In bicicletta ci dirigiamo in direzione sud, dopo pochi chilometri di asfalto, iniziamo a percorrere la leggendaria pista F26 nota anche come Sprengisandur, dopo circa 80 km raggiungiamo il rifugio di Laugarfell, dove nel mezzo del deserto Islandese ci attende una pozza naturale calda, di origine geotermale.

8°giorno: Da Laugarfell in sella alle nostre mtb continua lo spostamento verso la costa sud, sempre percorrendo la F26, dopo circa 80 km e qualche impegnativo guado, individuiamo una zona favorevole per disporre il nostro campo tendato. Campo libero.

9°giorno: Smontate le tende ripartiamo in bicicletta, per raggiungere in tarda serata le fiabesche “montagne colorate” di Landmannalaugar. Ad attenderci un’altra delle meraviglie d’Islanda: le sorgenti calde di Landmannalaugar, dove potremo riposarci dalle fatiche della traversata centrale. Campeggio attrezzato.

10°giorno: Da Landmannalaugar la mattina presto si parte in bici per percorrere una delle piste più belle dell’isola: la F208, che con i suoi numerosi guadi renderà ancora più avventuroso lo spostamento sulla costa sud. Giunti sulla ring road, carichiamo le bici sulle jeep e facciamo rientro a Reykjavik, dove giungiamo in tarda serata. Pernottamento in GH o ostello.

11°giorno: giornata libera dedicata alla visita di Reykjavik

12°giorno: partenza per l’Italia

Date: su richiesta per gruppi pre-costituiti

Costo: chiedi un preventivo 

La quota include:

Guida geologo esperta dell’Itinerario + seconda guida slow-trekking
Tende quattro posti fornite dall’organizzazione.
Trasporto e carburante compreso trasferimento da e per l’aeroporto
6 notti in GH o ostello
5 notti in tenda (tende fornite dall’organizzazione)
Colazioni, pranzi al sacco e cene cucinate dalle nostre guide, escluso nei giorni a Reykjavik e Akureyri
Jeep land rover defender (con carrello bagagli – le bici per eventuali spostamenti saranno trasportate sul tetto)

La quota non include:

Volo aereo
Pranzi e cene nei giorni a Reykjavik
Tutto quello non menzionato nella “quota include”
Escursione Whale Watching
Bevande

Be Sociable, Share!