Islanda – Aurora Boreale, la danza degli dei – FEBBRAIO 2018

L’origine dell’aurora si trova a 150 milioni di km dalla Terra, cioè sul Sole. Il fenomeno è causato dall’interazione di particelle cariche, di origine solare (vento solare), con la ionosfera terrestre. In antichità i norreni credevano che fossero le valchirie, con le loro splendenti armature, mentre cavalcavano nel cielo a creare l’aurora boreale. Nel periodo invernale, quando in Islanda le notti sono buie e i cieli tersi, si possono osservare alcune delle più belle manifestazioni di questo fenomeno. Un viaggio per scoprire un aspetto dell’isola poco conosciuto, quello invernale, ma non meno suggestivo.

Programma:

1° giorno: Keflavik – Reykjavik
Arrivo all’aeroporto di Keflavík nel pomeriggio. Trasferimento a Reykjavik in Guesthouse e pernottamento.

2° giorno: Reykjavik -Thingvellir – Geysir – Gullfoss – Hella
Iniziamo il nostro viaggio con l’ escursione nota come “Golden Circle”  dove possiamo ammirare la frattura della dorsale oceanica emersa e la  prima forma di parlamento europeo nel parco naturale di Thingvellir, i geyser di Geysir e le acque dorate della cascata di Gullfoss. Pernottamento nella cittadina di Hella, il nucleo abitato più vicino all’enorme vulcano Hekla.

3° giorno: Hella – Seljalandsfoss – Skogafoss – Vik – Kirkjubæjaklaustur
Da Hella ci spostiamo in direzione est e lungo il tragitto ci fermiamo ad ammirare le cascate di Seljalandfoss e Skógarfoss. Ci fermiamo alla meravigliosa spiaggia di sabbia nera di Reynisdrangar e al caratteristico villaggio di Vík. Proseguiamo fino a Kirkjubæjaklaustur dove trascorriamo la notte in chalet.

4° giorno: Kirkjubæjaklaustur – Skaftafell – Svartifoss – Jokulsarlon – Hofn
Riprendiamo il nostro viaggio costeggiando per tutta la giornata lo sconfinato ghiacciaio Vatnajökull. Sosta al parco Nazionale di Skaftafell dove con una breve camminata raggiungiamo la cascata Svartifoss  per ammirare gli imponenti basalti colonnari che ne costituiscono il salto.  Arrivati a Jökulsárlón abbiamo tutto il tempo per godere del suggestivo scenario  creato dagli innumerevoli icebergs che si staccano dal fronte del ghiacciaio. In serata, se le condizioni meteo lo consentono, possiamo tornare alla Laguna per ammirarla con le magiche luci del nord.

5°giorno: Hofn – Djupivogur – Hofn
Giornata dedicata all’esplorazione dei fiordi dell’Est. Visitiamo Djupivogur caratteristico paesino di pescatori e percorriamo il fiordo di Berufjordur, lungo circa 20 km. Questa caratteristica insenatura si è formata per erosione glaciale quando il livello dei mari era più basso di quello odierno.

6° giorno: Hofn – Jokulsarlon – Vik
In giornata torniamo verso Reykjavík, lungo il tragitto ci fermiamo ad esplorare delle lagune glaciali nell’area di Jokulsarlon, che anche se meno famose sono di certo non meno affascinanti. Sulla strada ci fermiamo a Vik per trascorrere la notte.

7° giorno: Vik – Penisola di Reykjanes – Reykjavik
Dopo aver visitato il promontorio di Dyrholaey ci dirigiamo verso Reykjavik. Lungo la penisola di Reykjanes ci fermiamo per visitare il lago Kleifarvatn e l’area geotermica di Krisuvik. Arriviamo in città nel tardo pomeriggio, per chi lo desidera bagno termale in una delle storiche piscine di Reykjavik. Pernottamento in città.

8° giorno: Reykjavik
Abbiamo tutta la giornata a disposizione per conoscere meglio la città di Reykjavík, una città incredibilmente viva sia culturalmente che socialmente.

9° giorno: Reykjavik -Keflavik
Trasferimento all’aeroporto di Keflavìk e partenza.

Date 2018:  dal 9 Febbraio al 17 Febbraio e dal 17 Febbraio al 25 Febbraio

Costo: 1750 + volo

La quota include:

pernottamenti in guesthouse o chalet
Trasferimento da e per l’aeroporto di Keflavik (Flybus)
Trasporto per tutta la durata del viaggio
Guida geologo Slow-trekking
cene cucinate dalle guide eccetto quelle nelle giornate a Reykjavik

colazioni

Le quota non include:

Volo aereo: quotazione su richiesta
Pasti non menzionati ne “La quota comprende”
Ingresso in piscina a Reykjavik
Assicurazione medico/bagaglio/annullamento obbligatoria
Tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota include”

Le foto di questo viaggio sono state gentilmente concesse dal nostro amico Runólfur Hauksson

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona

Be Sociable, Share!