Altri viaggi

Argentina – Patagonia e Terra Del Fuoco – MARZO 2018

Affascinante viaggio in Patagonia e Terra del Fuoco: un ambiente incontaminato ricco di ghiacciai, laghi, fiumi impetuosi, pampas ed alcune tra le montagne più belle del nostro pianeta: Cerro Torre, Torre Hegger, Fitz Roy e Torri del Paine , accompagnati da una guida con esperienza trentennale in questi luoghi e una guida geologica e naturalistica (A.I.G.A.E).

Programma del viaggio

1° giorno: Volo internazionale per Buenos Aires e coincidenza con volo interno per El Calafate.

2° giorno: Arrivo a El Calafate e trasferimento in Ostello.

3° giorno: Visitiamo l’imponente ghiacciaio Perito Moreno e percorrendo circa 4 Km su una passerella allestita per proteggere il delicato ecosistema, raggiungiamo il fronte del ghiacciaio. Rimanendo a distanza di sicurezza possiamo contemplare la caduta dei grossi blocchi di ghiaccio nel lago. Pernottiamo a El Calafate.

4° giorno: Ci trasferiamo con un minivan a El Chalten, il piccolo paesino nato come base per gli esploratori e gli scalatori estremi, punto di partenza per ammirare le imponenti pareti granitiche del Fitz Roy, del Cerro Torre e delle non meno impervie guglie minori. Pernottiamo a El Chalten.

5°giorno: Partiamo da El Chalten per un trekking giornaliero nel territorio del Parco Nazionale Los Glaciares nella valle del Rio Fitz Roy. Dopo circa tre ore di cammino raggiungiamo la Laguna Torre, dove si specchiano l’omonima guglia granitica e la Torre Hegger. Ritorniamo a El Chalten dove pernottiamo.

6° giorno: Giornata di trekking tra gli antichi boschi di Lenga e Nire, specie autoctone di faggio patagonico e lagune glaciali per giungere infine alla base del ghiacciaio del monolito granitico Fitz Roy (800 metri di dislivello – 7 ore complessive di cammino). Pernottiamo a El Chalten in Hotel.  

7°giorno: Con un minivan ci dirigiamo al “lago del deserto”, dove camminiamo lungo le sue sponde per circa 3 ore. In alternativa, se il clima ce lo consentirà, saliremo al ghiacciaio Huemul (4 ore circa di camminata). In alternativa si può organizzare un escursione al Lago Viedma e navigare fino al fronte della lingua glaciale omonima. Pernottiamo a El Chalten. 

8°giorno: Giornata di trasferimento da El Chalten a El Clafate, pernottiamo a El Calafate.

9°giorno: Giornata dedicata alla visita della cittadina di El Calafate, dove visitiamo il Museo Los Glaciares, moderno centro interattivo dedicato alla divulgazione del ghiaccio patagonico e dei suoi ghiacciai. Ci rilassiamo poi con una bevanda al Glaciobar. Escursione alternativa facoltativa alle Torri del Paine o Bosque Petrificado La Leona con interessantissimi fossili di Araucarie e dinosauri. Pernottiamo a El Calafate.

10°giorno: Giornata libera a El Calafate. In serata breefing sull’organizzazione dei giorni seguenti e preparazione del bagaglio per il volo interno del giorno seguente verso la Terra del Fuoco, destinazione Ushuaia. Pernottiamo a El Calafate.

11°giorno: Volo da El Calafate a Ushuaia, dove arriviamo nel primo pomeriggio. Se il tempo a disposizione lo consente, visitiamo uno dei musei locali. Pernottiamo in uno degli Hotel del centro.

12°giorno: Giornata nella città più australe del mondo. Avremo la possibilità di scegliere tra diverse escursioni:

a) Escursione alla Pinguinera Harberton, dov’è possibile passeggiare tra i pinguini.

b) Tour al parco nazionale della Terra del Fuoco La Pataia.

c) Navigazione con veliero nel Canal Bigol con visita ai leoni marini su una piccola isoletta. 

Pernottiamo a Ushuaia.

13°giorno: Prendiamo il volo interno Ushuaia – Buenos Aires , che raggiungiamo nel tardo pomeriggio. Visitiamo in veste serale la città con il caratteristico quartiere degli antiquari di Sant Elmo, passando per la “Casa Rosada”. Pernottiamo in Hotel.

14°giorno: A Buenos Aires visitiamo il quartiere Caminito dove è nato il Tango. Serata facoltativa allo storico Caffè Tortoni dove possiamo assistere allo spettacolo sulla storia di questo ballo affascinante e cenare. Pernottiamo in Hotel.

15°giorno: Volo internazionale per rientro in Italia.

Date: dal 1 Marzo al 16 Marzo 2018

Costi: 3.200 euro + volo

La quota include:
Guida italiana con esperienza trentennale in Patagonia
Guida italiana geologica e naturalistica
Trasferimento da e per Aeroporto di El Calafate
Trasferimento da e per El calafate – El Chalten
Trasferimento da e per aeroporto Uhsuaia – Hotel
Trasferimento da e per aeroporto Buenos Aires – Hotel 
Sistemazioni in Hotel o Ostello (camere quadruple o doppie)
Trattamento di mezza pensione

La quota non include:
Volo internazionale e volo interno 
Cene nelle giornate a Buenos Aires e un giorno a El Calafate
Pranzi 
Assicurazione medico/bagaglio e annullamento obbligatoria
Entrata nei musei
Mance e bevande

Escursioni facoltative 6° giorno: Escursione al Lago Viedma € 200
Escursioni facoltative 8° giorno: Escursione alle Torri del Paine € 200 o escursione bosco pietrificato € 70
Escursioni facoltative 11° giorno: Escursione la Pinguinera € 100 o Escursione a La Pataia € 70 o Escursione con veliero € 80
13°giorno spettacolo facoltativo: Caffè Tortoni € 25

Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Marocco – Dalle città imperiali al deserto, attraversando l’Atlante – DATE 2017/2018

Dalle grandi Città Imperiali del Nord e le innumerevoli kasbah di fango, al mare di dune, cui si alternano sconfinate distese di roccia solcate dal letto di antichi fiumi; passando per le verdi foreste di conifere delle alture montuose. Tutto questo arricchito dalle spiegazioni di un geologo che ci aiuta a comprendere meglio la formazione di questi ambienti, mentre la guida locale ci racconta la vita e le tradizioni di chi da sempre ha abitato questi luoghi. Un viaggio che unisce storia e natura, folklore e paesaggi mozzafiato. Due notti in campo tendato nel deserto arricchiscono questo tour rendendolo un’esperienza unica.

Programma:

1° giorno: Italia – Fes
Partenza dall’Italia e arrivo a Fes. Trasferimento in Riad nel centro della città. 

2°giorno: Fes
Fes, la più antica città imperiale del Marocco, la cui medina è considerata patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Giornata dedicata alla visita della città vecchia in cui una guida locale ci accompagna in un dedalo di vicoli traboccanti di umanità e folklore.

3°giorno: Fes – Gorge du Ziz – Ar-Rachidia
Ci spostiamo verso il deserto attraversando la catena montuosa dell’Atlante. Lungo il tragitto incontriamo foreste di cedro popolate da colonie di babbuini e antiche formazioni vulcaniche. Prima di arrivare a Ar-Rachidia visitiamo le Gorge du Ziz, spettacolari gole formate dall’erosione dell’Oued Ziz.

4° giorno: Ar-Rachidia – Erfoud – Erg Chebbi
Oggi visitiamo l’oasi del Tafilalt la più grande oasi del Sahara marocchino, i cui abitanti vivono in caratteristici villaggi fortificati, gli Ksar. Non può mancare una sosta ed Erfoud piccolo centro abitato famoso per la lavorazione di fossili e minerali. Nel pomeriggio arriviamo alle dune di Merzouga dove pernottiamo in un campo tendato nel deserto.

5° giorno: Erg Chebbi
Giornata dedicata all’esplorazione dell’area desertica dell’Erg Chebbi: visitiamo un accampamento di nomadi, un’area fossilifera, le antiche miniere di piombo di Mtis e un lago effimero popolato da fenicotteri ed altri uccelli migratori. Una breve e semplice escursione nel deserto ci permette di assaporare meglio l’atmosfera di questi ambiente così unico. Pernottamento in campo tendato nel deserto.

6° giorno: Erg Chebbi – Rissani – Gole del Todra
Mattinata dedicata alla visita di Rissani, antico centro carovaniero fulcro dei commerci di tutta l’area. Visita del souk con il caratteristico “parcheggio” per gli asini.  Pranzo in un locale tipico dove possiamo assaggiare la locale pizza berbera. Nel pomeriggio ci dirigiamo verso le gole del Todra con le loro pareti alte fino a 300 metri.

7°giorno: Gole del Todra- Kelaat m’Gouna – Ouarzazate – Ait-Benhaddou
Dalle Gole del Todra proseguiamo lungo la via delle kasbah. Ci fermiamo nella celebre valle delle rose, dove la coltivazione di questi fiori rende il paesaggio unico ed è una risorsa economica per l’intera area di Kelaat m’Gouna. Nel pomeriggio arriviamo ad Ait-Bennhaddou, imponente città fortificata che si affaccia sull’antica rotta carovaniera tra Marrakech e il deserto.

8°giorno: Ait-Benhaddou – Marrakech
In mattinata visita all fortezza con una breve passeggiata che ci permette di raggiungerne il punto più elevato da cui si gode di uno splendido panorama. Dopo pranzo partenza per Marrakech, che si raggiunge valicando l’Atlante attraverso il passo Tiz’n’Tichka a quota 2260 m tra le cime più alte della catena montuosa. 

9°giorno: Marrakech 
Giornata libera per la visita di Marrakech, città ricca di fascino e cuore pulsante di tutto il Marocco.

10°giorno: Marrakech – Italia
Trasferimento in aeroporto e ritorno in Italia.

Date 2017/2018: dal 28 Ottobre al 6 Novembre, dal 27 Dicembre al 5 Gennaio e dal 30 Marzo al 8 Aprile

Costi: 1550 euro + volo a persona per minimo 8 persone

Per meno di 8 persone quotazione su richiesta

La quota include:

Trasferimento da e per l’aeroporto di arrivo
Sistemazione in Riad a Marrakech (2 notti), Riad a Fes (2 notti),  in hotel durante il viaggio (3) e in tenda/ campo tendato (2 notti)
Tutte le colazioni 
5 pranzi e 7 cene 
Guida locale
Guida geologo o naturalista italiano
Cuoco e attrezzatura da cucina durante i giorni in campo tendato
Trasporto con mezzi 4×4 durante tutta la durata del viaggio

La quota non include:

Il volo: prezzi su richiesta
Assicurazione medico/bagaglio/annullamento obbligatoria
Mance per il personale locale
Sacco a pelo
Eventuali pranzi a Marrakech (a seconda dell’orario di arrivo e di partenza)
Bibite e alcolici
Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona


Tenerife – Dall’Atlantico alla cima del Teide con un geologo – SETTEMBRE 2018

Teide1Questo viaggio ci permette di conoscere gli aspetti geologici e naturalistici di questa affascinante isola dell’arcipelago delle Canarie. Attraversiamo  ambienti e paesaggi differenti e incredibili rocce e formazioni vulcaniche per passare dall’Oceano Atlantico alla cima del vulcano Teide, che con i suoi 3718 m s.l.m. rappresenta la montagna più alta della Spagna e il terzo vulcano più alto del mondo considerato dalla propria base. Diverse giornate dedicate al trekking ci consentono di scoprire la grande biodiversità e l’interessante geologia di quest’isola, ma non manca certo il tempo da dedicare anche al mare e alla spiaggia!

Programma del viaggio

1° giorno: partenza dall’Italia e arrivo all’aeroporto di Tenerife Sud, trasferimento in appartamento.

2° giorno: giornata dedicata alla visita del Parco Rurale di Anaga, con il suo paesaggio caratterizzato da rilievi affilati e gole impervie, ricoperti da una foresta di lauri e costellati di borghi incantevoli.
Un breve trekking ci consente ammirare ed esplorare nel modo migliore questa foresta subtropicale.
Nel pomeriggio visitiamo La Laguna, città coloniale di grande fascino e storia, antica capitale, oggi centro culturale e religioso di Tenerife.

3° giorno: in mattinata percorriamo in auto le pendici del “grande vulcano” Teide fino all’abitato di Vilaflor situato a 1400 metri di altitudine. Da qui partiamo per un trekking (quattro ore e mezza) durante il quale possiamo osservare l’affascinate “Paesaje Lunar” ed ammirare gli splendidi scorci sul mare, grazie a numerose soste.

4° giorno: a partire dal quarantesimo chilometro della strada TF-21 inizia la salita al Pico del Teide, un trekking un po’ più impegnativo (cinque ore e mezza) ci porta al rifugio Altavista situato a 3260 m s.l.m. di quota, dove pernottiamo. All’alba abbiamo la possibilità di osservare la famosa “Sombra del Teide”, l’ombra della maestosa figura del vulcano proiettata sul mare.

5° giorno: il mattino presto, lasciato il rifugio raggiungiamo la vetta, a quota 3718 m s.l.m., da cui possiamo ammirare il grandioso panorama e, scendendo lungo un sentiero diverso, passiamo per la bocca del Pico Viejo e lungo i fiabeschi paesaggi delle Roques de Garcia.

6° giorno: dal pittoresco villaggio di Masca partiamo per il nostro ultimo trekking, una tortuosa e panoramica discesa di 600 metri di dislivello (3 ore circa) che ci porta al mare, dove con un’imbarcazione costeggiamo  le scogliere ed infine arriviamo a Los Gigantes.

7° giorno: giornata libera per gli acquisti e la spiaggia.

8° giorno: rientro in Italia.

Date 2018:  

Costo: 1300 euro + volo (per almeno 5 persone)

1150 euro + volo (per almeno 7 persone)

per partenze inferiori alle 5 persone richiedere un preventivo

Sul posto abbiamo il piacere di collaborare con Enea Campedelli:

Enea_profilo

Appassionato di trekking e natura, sono diplomato come Operatore Turistico e Accompagnatore Turistico Nazionale dal 1995.
Dal 2005 vivo nelle isole Canarie, dove lavoro come accompagnatore escursionistico professionale autorizzato dal Governo Canario.
Conosco le caratteristiche morfologiche, geologiche e botaniche delle 4 isole occidentali dell’arcipelago Canario, dell’isola di Madera (Portogallo) e di Capo Verde (Sao Tiago e Fogo).

La quota include
Guida geologo/naturalista dall’Italia
Trasporto per tutta la durata del viaggio, compreso trasferimento da e per l’aeroporto
Carburante
6 notti in appartamenti con camere doppie (possibilità uso cucina)
1 notte in rifugio (se disponibile)
Colazioni
2 cene in ristorantini locali e una cena al rifugio Altavista cucinata dalla guida
Trasferimento in barca per il trekking di Masca

La quota non include
Volo
Assicurazione medico/bagaglio e annullamento obbligatoria
Pranzi
Biglietto di ingresso ai musei
Teleferica del Teide nel caso non si dormisse al rifugio Altavista
Tutto quello non espressamente indicato ne “la quota include”


Messico – Città coloniali, vulcani dell’altopiano e costa pacifica 2017/2018

piramidi_1

Un itinerario alla scoperta di un Messico millenario, caratterizzato da un ambiente sorprendente e plasmato dalle forze della natura, in cui attraversiamo luoghi poco frequentati dal turismo di massa, ma più interessanti dal punto di vista etnografico e paesaggistico. Con questo viaggio abbiamo la possibilità di esplorare le principali Città Coloniali del Michoacan: Morelia, la capitale, patrimonio dell’UNESCO e la splendida Patzcuaro, sulle rive del lago omonimo. Con una panoramica escursione  saliamo in cima al Vulcano Paricutin, nato senza preavviso alcuno da un campo di mais nel 1943, fatto che ha segnato la memoria di molti Indios della zona. Dopo aver visitato i siti archeologici dell’altopiano con i suoi splendidi paesaggi ci spostiamo sulla costa pacifica, per riposare nella incantevole baia di Zihuatanejo. Imperdibile la visita di Acapulco con il suo fascino anni 50 e i suoi leggendari tuffatori.
Il viaggio è accompagnato da Mauro Scattolin, laureato in geologia con una tesi incentrata sullo studio vulcanologico delle aree attraversate. Vi farà partecipi della sua passione per i “segreti” di questi territori e dei loro abitanti.

Itinerario

1° giorno:  Italia – Città del Messico
Partenza per Città del Messico.  Trasferimento in albergo.

2° giorno: Città del Messico – Morelia – Patzcuaro

Partenza per Morelia,  città capoluogo dello stato del Michoacan, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per i suoi edifici in stile coloniale.  Visita della città e proseguimento per Patzcuaro, città fondata intorno al 1320, prima capitale dello Stato Tarasco e successivamente centro cerimoniale e religioso, costruita sulle rive dell’omonimo lago.

3° giorno: Patzcuaro 
Ci dirigiamo verso Quiroga, città di epoca preispanica, dove si svolgono alcune fra le cerimonie più interessanti del Giorno dei Morti. Sulla strada ci fermiamo a visitare le piramidi del sito archeologico di Tzin Tzun Tzan, che in lingua locale significa “luogo dei colibrì”.

4° giorno: Patzcuaro
Visita del sito archeologico di Tinganbato e del centro coloniale di Patzcuaro.

5° giorno: Patzcuaro – Uruapan

Partenza per la cascata di Tzararacua e proseguimento per Uruapan, dove  a Novembre si tiene la “Feria del Aguacate”, la festa degli avocado.  La cittadina è una delle più antiche del Messico, nei suoi dintorni si possono ammirare alcune cascate e la zona protetta dove poter osservare le farfalle monarca.

6° giorno: Uruapan  – Angahuan  – Vulcano Paricutin – Uruapan
 Trasferimento ad Angahuan e da qui salita al vulcano Paricutìn. Con un’escursione di circa 400 metri di dislivello saliamo sulla cima di questo cono di ceneri formatosi nel 1943 in un campo di granoturco.

7°giorno: Uruapan- Zihuatanejo
Attraversiamo la Sierra Madre del Sur fino a Zihuantanejo, caratteristica cittadina di pescatori sulla costa pacifica del Messico.

8° giorno: Zihuatanejo
Giornata di riposo e relax sulle splendide spiagge della Costa occidentale.

9° giorno:  Zihuatanejo – Acapulco
Proseguimento per Acapulco. La città si estende sull’omonima baia affacciata sull’Oceano Pacifico e circondata da montagne. Un porto naturale che nel corso dei secoli si é trasformato da piccolo villaggio di pescatori a punto di partenza per le navi spagnole che facevano la spola con l’Oriente. Divenuta in seguito una delle roccaforti della lotta per l’indipendenza messicana, oggi rappresenta una delle località più note del turismo balneare.

10° giorno:  Acapulco
Mattina a libera. Nel pomeriggio  trasferimento a La Quebrada,  situata a ovest della vecchia Acapulco, una delle zone sicuramente  più conosciute per le esibizioni dei clavadistas, i celebri tuffatori, che con sprezzo del pericolo si gettano da rocce a picco sull’oceano.

11° giorno:  Acapulco – Taxco
Proseguimento per Taxco, il centro minerario più antico del continente, conosciuto per le sue miniere d’argento che vengono sfruttate sin dall’epoca coloniale.

12° giorno:  Taxco – Città del Messico
Ritorno a Città del Messico.

13° giorno:  Città del Messico
Visita di Città del Messico: il Museo di Antropologia, lo Zocalo/palazzo del governo con murales di Diego Rivera, il Museo di belle Arti  e la torre latinoamericana con splendida vista della città dall’alto.

14° giorno: Città del Messico
Escursione a Teotihuacan e visita di una delle aree archeologiche più interessanti del paese, con le famose piramidi del Sole e della Luna. Durante il percorso sosta al Santuario della Madonna di Guadalupe.

15° giorno:  Città del Messico – Milano
Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.

16° giorno:
Arrivo in Italia

Date 2016 – 2017:  Dal 31 Ottobre al 12 Novembre (questa data coincide con la festività dei morti una delle ricorrenze più sentite in tutto il Messico) e dal 9 Giugno al 24 Giugno

Costi: a partire da 2050 + volo per almeno 9 persone  per meno di 9 persone quotazioni su richiesta

La quota comprende

Sistemazioni in camere doppie in albergo ***/****
Trattamento di mezza pensione per tutta la durata del viaggio
Trasporto per tutta la durata del viaggio
Guida slow-trekking geologo esperto dell’itinerario
Guida locale parlante italiano
Entrate ai musei e alle zone archeologiche
Mance al personale degli alberghi

La quota non comprende

Volo aereo
Assicurazione medico/bagaglio e annullamento obbligatoria
Bevande, mance all’autista e alla guida locale
Tutto quello che non è espressamente indicato ne “La quota comprende”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona


Nicaragua – Terra di laghi e vulcani – APRILE 2018

ISOLA OMETEPE 4

Viaggiare nel più grande paese dell’America Centrale, accompagnati da un geologo, alla scoperta di un territorio ricco di ecosistemi biologicamente significativi e unici, in cui un quinto del territorio è salvaguardato come area protetta. Esploriamo l’occidente del paese, caratterizzato da un’ impressionante catena costituita da 25 vulcani, alcuni dei quali attivi, non tralasciando la costa pacifica,  ricca di meravigliose spiagge.

Itinerario

1° giorno: Managua – Sebaco
Partiamo dall’Italia. Arrivo a Managua e trasferimento all’Hotel El Valle di Sebaco.

2° giorno: Sebaco – Selva Negra – Jinotega
Ci spostiamo a Selva Negra, dove camminiamo nella foresta alla scoperta dell’incontaminata natura. Visitiamo le coltivazioni di caffè che caratterizzano la zona. Da ci dirigiamo verso la città india di Jinotega, la cui storia risale a prima della colonizzazione spagnola.

3° giorno: Jinotega – Cascada Blanca – Matagalpa
Da Jinotega, dopo una sosta alla Cascada Blanca, considerata la più bella cascata del Nicaragua, proseguiamo verso la città storica di Matagalpa, alla cui visita dedichiamo il pomeriggio.

4° giorno: Matagalpa – Cerro Negro – Los Hervideros de S. Jacinto
Ci dirigiamo verso il Vulcano Cerro Negro, cono di scorie sorto nel 1850 ed ancora molto attivo, l’ultima eruzione è avvenuta nel 1999. Raggiungiamo l’area Los Hervideros de S. Jacinto, le cui pozze di fango ribollente testimoniano un’intensa attività vulcanica della zona.

5°-6°-7° giorno: Plana Poneloya – Leon – Sebaco
Soggiorno rilassante a Playa Poneloya, stupenda località del Pacifico Nicaraguense, dove possiamo godere del mare e delle spiagge incontaminate. In questi tre giorni visitiamo Leon, capitale culturale del paese, con le sue chiese coloniali, i suoi palazzi storici, i suoi variopinti murales e con una vista superba sul vicino vulcano attivo Momotombo.

8° giorno: Sebaco – Granada
Da Sebaco ci spostiamo a Granada, una delle più antiche città del continente, fondata nel 1524 sulle rive del Lago Nicaragua e dominata dalla mole del vulcano Mombacho, ormai estinto. Visita della città coloniale.

9° giorno: Granada – Ometepe
Navighiamo sul Lago Nicaragua alla volta di Ometepe, un’isola costituita dai due vulcani, il Concepcion e il Maderas. Visita dell’isola.

10° giorno: Granada – mirador Catarina – vulcano Masaya
Visitiamo il mirador Catarina, famoso per la maestosa vista alla Laguna de Apojo. Con una semplice escursione raggiungiamo il cratere sommitale del vulcano Masaya, il più attivo del Guatemala. Esploriamo l’area del vulcano con le sue molteplici bocche e suoi ambienti lunari.

11° giorno: Canyon di Somoto – Esteli
Raggiungiamo il Canyon di Somoto, scoperto solo di recente e per questo ancora poco conosciuto dal turismo. Nell’area si possono osservare le splendide farfalle Morpho Blu. Visitiamo la città di Esteli centro della rivoluzione sandinista, con una notevole propensione alla musica e alle atmosfere ranchere.

12° giorno: Sebaco – Chaiguitillo
Ritorniamo a Sebaco dove visitiamo la città e le incisioni rupestri di Chaiguitillo.

13° giorno:
Partenza per l’Italia

14° giorno:
Arrivo in Italia

Date 2018: dal 15 Aprile al 28 Aprile 2018

Costi: a partire da 1590 per almeno 9 persone

Per meno di 9 persone quotazione su richiesta

La quota include:

Guida italiana laureata in Geologia
Trasporto da e per l’aeroporto di Managua
Sistemazione in camere doppie o con aria condizionata e bagno privato
Colazioni, pranzi e cene

La quota non include:

Volo aereo
Assicurazione medico/bagaglio/annullamento obbligatoria
Entrate nei musei o parchi naturali
Mance al personale locale
Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona


La Reunion – Trekking sull'”Isola Intensa” – MAGGIO 2018

reunion copertina

Viaggio trekking alla Reunion, isola di origine vulcanica creata  dal Piton des Neiges, vulcano culminante a 3071 m s.l.m. ed iscritta per la sua maggior parte del suo territorio nel Patrimonio Mondiale Unesco.
Ancora oggi il suo aspetto è in continua evoluzione grazie al vulcano Piton de la Fournaise, uno dei più attivi al mondo.
L’incantevole bellezza dell’isola è caratterizzata da distese di lava nera, picchi montuosi verdeggianti, bianche cascate e lagune turchesi.

1°giorno: volo aereo Italia-Isola della Reunion

2°giorno: Saint Denis – Hell-Bourg
Arriviamo in aeroporto e dopo un breve sguardo alla città, partiamo subito alla volta di Hell-Bourg. Durante il tragitto ci fermiamo ad ammirare numerose cascate tra cui la più famosa “Voile de la Mariée”, un’impressionante cascata d’acqua che si divide in una miriade di rivoli. Raggiunta Hell-Bourg pernottiamo in una baita di montagna.

3°giorno: Hell-Bourg – Col des Boeufs – Circo di Mafate (La Nouvelle)
Con i nostri mezzi a motore ci dirigiamo al parcheggio del Col Des Boeufs da cui parte il nostro trekking diretto a La Nouvelle, situata nel cuore della Reunion con la particolarità di essere l’unico circo vulcanico dell’isola accessibile esclusivamente a piedi.

4°giorno: La Nouvelle – Trois Roches – Marla
Giornata di trekking che si sviluppa in questo territorio eccezionale, ricco di specie endemiche e caratterizato da un’incredibile biodiversità, paradiso terrestre per gli escursionisti e amanti della natura. Durante il percorso sostiamo alla cascata “Trois Roches” dove avremo la possibilità di fare il bagno.

5°giorno: Marla – Col du Taïbit – Cirque de Cilaos
Il trekking di oggi ci porta al circo di Cilaos, anch’esso inserito nel Patrimonio Mondiale Unesco. Quest’area ci offre numerose possibilità di svago, quali cure termali, degustazione di vini locali, visita al museo del ricamo, passeggiata intorno al lago “La Mare à Joncs” e una passeggiata di 1h30min a “La Roche Merveilleuse” con vista sul villaggio di Cilaos.

6°giorno: Cilaos – Piton des Neiges
Il trekking di oggi, piuttosto impegnativo, ci porta sulla sulla cima più elevata dell’isola il Piton des Neiges

7°giorno: Piton des Neiges – Cilaos – Entre Deux
Sveglia e partenza verso le 4 a.m. per ammirare l’alba dalla sommità più alta del Piton des Neiges (3071mt), attrezzati di lampada frontale.
Tornati al rifugio facciamo colazione e ripartiamo alla volta di Cilaos.

8°giorno : Entre Deux – Bourg Murat
Dopo la colazione visitiamo lo splendido villaggio creolo dell’Entre-Deux.
Per i più in forma possibilità di ulteriore trekking in direzione del Dimitile (6h 30min di marcia A/R)
Ci trasferiamo in pullman o minivan dall’Entre-Deux a Bourg Murat dove pernottiamo in baita di montagna.

9°giorno: Bourg Murat – Pas de Bellecombe – Cratère Dolomieu 
Dopo colazione visitiamo il museo geologico “La Cité du Volcan”. Proseguiamo con minivan fino al Pas de Bellecombe e dal belvedere ammiriamo l’incantevole paesaggio, per poi iniziare un altro trekking verso la cima del vulcano.

10°giorno: Mare Longue – Saint Philippe – Tunnel di Lava – Hermitage
Dopo la colazione partiamo con i minivan alla volta della foresta di “Mare Longue” dove possiamo visitare il Giardino dei Profumi e delle Spezie i seguito raggiungiamo Tremblet Saint-Philippe dove possiamo ammirare uno stupefacente tunnel di lava.
Dopo pranzo ci rechiamo a Saint-Gilles-Les-Bains (Hermitage) dove pernottiamo in Hôtel.

11°giorno: Hermitage les Bains – Saint Denis – Aeroporto
Tempo libero e trasferimento all’aeroporto.

12°giorno: Arrivo in Italia

Date 2018: dal 12 Maggio al 23 Maggio

Costi: 1950 euro + volo (minimo 6 persone massimo 10 persone, per meno di 6 persone quotazione su richiesta)

La quota include:
Guida Italiana Geologo/Naturalista
Accompagnatore locale durante i trasferimenti
9 notti in mezza pensione
Pranzi al sacco dei giorni 2, 3, 5, 6, 8 e 9
Tutti i trasporti compreso carburante

La quota non include:
volo aereo
Le entrate ai musei, tunnel di lava e attività extra
Tutto quello non espressamente indicato nella “quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona


Norvegia – Regione dei fiordi da Bergen ad Alesund – GIUGNO/SETTEMBRE 2018

Folgefonni Breførarlag/Frode Tønne

Folgefonni Breførarlag/Frode Tønne

Programma:

1°giorno: Arrivo a Bergen, trasferimento in Hotel

2°giorno: Giornata dedicata alla visita di Bergen, città internazionale, ricca di storia e tradizioni, posizionata all’interno di un anfiteatro delimitato da maestose montagne. Dopo aver pranzato al mercato del pesce, saliamo con una caratteristica funicolare a Floyen, dov’è possibile godere di uno spettacolare panorama. Da qui ci addentriamo nei boschi circostanti per una semplice escursione che ci consente di ammirare in pieno la natura norvegese.

3°giorno: Con il nostro mini-van raggiungiamo Voss dove prendiamo il treno che ci porta alla stazione di montagna di Myrdal da dove parte la Flåmsbana, ripida linea ferroviaria  che si snoda tra cascate spettacolari, montagne dalle cime innevate e  caratteristiche fattorie montane.  Arriviamo, dopo aver superato più di 800 metri di dislivello a Flam, piccolo centro abitato situato al fondo dell’Aurlandfjord, braccio del Sognefjord, il fiordo più lungo della Norvegia. Da qui a bordo di uno zodiac/rib visitiamo il fiordo.

4°giorno: Percorriamo la Aurlandsvagen strada di montagna, che ci permette di risalire le ripide pareti dell’Aurlandfjord, fino al punto panoramico di Stegastein dove è obbligatorio fermarsi per poter ammirare l’incantevole panorama sul fiordo. Prendiamo il traghetto che ci permette di attraversare l’Ardalsfjord e raggiungere la cittadina di Sogndal. Giunti a Fjaerland, nei pressi del ghiacciaio continentale più grande d’Europa, il Jostedalsbreen 487 Kmq, visitiamo l’interattivo Norvegian Glacier Museum. Nel pomeriggio raggingiamo Loen, da qui risaliamo la valle di Lodalen fino al Kiendalstova Cafe, dove con delle canoe effettuiamo una divertente escursione sulle acque del lago. Prima di fare ritorno a Loen vistiamo il punto panoramico sul ghiacciaio Kjenndalsbreen.

5°giorno: Ci dirigiamo verso Styrn capoluogo del Nordfjord, percorrendo la Gamle Strynefjellsvegen, considerata all’epoca di costruzione (1894) un capolavoro di ingegneria civile, che ci consente una spettacolare salita verso l’altipiano.  Effettuiamo diversi punti di sosta per ammirare il panorama, tra cui la famosa piattaforma di Videfossen. Percorrendo la strada 63 ci fermiamo per una sosta al punto panoramico di Orneveien. Attraversato con il traghetto il fiordo Norddalsfjorden, nel tardo pomeriggio raggiungiamo l’incantevole cittadina di Alesund costruita in stile Art Noveau.

6°giorno: Visita ad Alesund, in tarda mattinata salita alla collina di Aksla e sosta allo splendido belvedere che domina la città e le circostanti isole e montagne. Nel pomeriggio possibilità di uscita facoltativa con un rib per visitare le imponenti scogliere, abitate da numerose colonie di uccelli, tra cui le pulcinelle di mare e numerose colonie di foche.

7°giorno: Aereo per l’Italia dall’aeroporto di Alesund

Date 2018: dal 17 Giugno al 23 Giugno e dal 2 Settembre al 8 Settembre

Costi: 1800 euro + volo (8 persone minimo)  

per meno di 8 persone quotazioni su richiesta

La quota comprende:

Guida geologica e naturalistica per tutta la durata del viaggio
Pernottamenti in Hotel a Bergen e Alesund, in GH durante il tour
Trasporto con mini-van e carburante
Trasferimento da e per l’aeroporto
Cene cucinate dalla guida eccetto quelle a Bergen e Alesund
Colazioni
Escursione con zodiac nell’Aurlandfjord
Treno da Voss a Flam
Canoa a Lodalen
Traghetti

La quota non comprende:

Volo aereo
Pranzi
Cene a Bergen e Alesund
Assicurazione medico/bagaglio e annullamento obbligatoria
Tutto quello non espressamente indicato nella “quota comprende”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona

 

 


Mongolia – Esperienza nomade – speciale Festival del Naadam LUGLIO 2018

copertina

Un viaggio completo nel paese dell’ultimo popolo nomade, caratterizzato da orizzonti infiniti,  sterminate praterie,  laghi cristallini, e un deserto sconfinato; ma è soprattutto il popolo mongolo a colpirci per il suo rispetto per la natura, gli avi, il culto religioso spesso integrato con i riti sciamanici, e il fiero legame con la terra di appartenenza. Nella capitale Ulaanbaatar assisteremo al Festival del Naadam,  che si svolge da oltre tremila anni (è infatti la seconda olimpiade più antica del mondo) ed è la festa nazionale più importante e celebre della Mongolia . Musiche e danze  si susseguono per ore, per poi dare inizio alla gara più attesa, la specialità della lotta, il loro sport nazionale. Tocca poi agli arcieri uomini e donne, ad affrontarsi in gare di tiro con l’arco. Infine la manifestazione più spettacolare, quella della corsa sui cavalli. Ci sposteremo poi a Sud quasi a lambire il confine cinese per assaporare con la vista il mistico Deserto del Gobi. Passando dai luoghi dove furono rinvenuti i resti fossili dei dinosauri più grandi del mondo punteremo poi all’antica capitale Kharkhorin. Un viaggio a dir poco entusiasmante tra antichi monasteri e scenari di incomparabile bellezza. Un itinerario di due settimane per avere il tempo necessario di visitare tutto ciò che la Mongolia ha da offrire ed altrettanto tempo per farlo con calma. Questo viaggio è stato pensato per garantirci che in ogni giornata ci possa essere un’esperienza significativa, più di una semplice escursione in fuoristrada. Viaggiando di villaggio in villaggio, esploreremo e avvicineremo i paesaggi e la realtà in cui vivono le comunità nomadi mongoliche.

Programma del viaggio:

1° giorno: Italia – Mongolia
Partenza dall’Italia e arrivo a Ulaanbaatar al mattino seguente. Notte in volo.

2° giorno: Ulaanbaatar
Arrivo ad Ulaanbaatar, il nostro accompagnatore sarà in aeroporto ad accogliervi. Una ricca colazione subito come ambientamento per poi dedicarci alla visita della città con il Palazzo d’Inverno di Bogd Khan, il Museo di Storia Mongola o il Monastero di Gandan. Pranzo libero. Durante questa giornata visiteremo il progetto Lotus Center e avremo la mattinata a disposizione con i bambini durante le attività ricreative. Il Lotus Center è un centro dove i bambini che hanno subito abusi o maltrattamenti vengono accuditi; si tratta di un’organizzazione non governativa. Alla sera cena in un ristorante della città e pernottamento in Guest House.

3° giorno: Ulaanbaatar Naadam Festival
Intera giornata dedicata alla festività più importante della Mongolia, il Naadam. Assisteremo ai giochi che ininterrottamente si svolgono ogni anno in luglio: gare di tiro con l’arco, incontri di lotta libera e corse con i cavalli. Le competizioni sono precedute da una spettacolare cerimonia di apertura con parate di atleti, soldati, musicisti, monaci e figuranti con le antiche uniformi dei guerrieri di Genghis Khaan.  Pranzo libero, cena in un ristorante della città e pernottamento in Guest House.

4° giorno: Ulaanbaatar-Tsagaan Suvarga 
Partenza in direzione sud seguendo le piste della prateria, la steppa mongola si apre ai nostri occhi, da oggi avremo scorci e contatti con i nomadi ed il loro stile di vita, mentre copriremo il percorso fino ad arrivare alle arenarie colorate di Tsagaan Suvarga. Cena e pernottamento in un campo ger.

5° giorno: Tsagaan Suvarga-Dalanzdgad
Colazione nel campo ger. Si prosegue a sud, le ger punteggiano la sterminata steppa, mentre mandrie di cavalli e cammelli si profilano all’orizzonte. Stiamo entrando nel cuore del Deserto del Gobi. Cena in un ristorante della città e pernottamento in hotel.

6°giorno: Dalanzadgad – Gurvansaikhan Yolyn Am
Colazione in hotel. Oggi, con un’escursione di 3 ore, visiteremo la valle di Yolyn Am (bocca dell’avvoltoio in mongolo) una vallata in mezzo alle montagne rocciose del Gobi che normalmente per tutto il tempo dell’anno è ricoperta di ghiaccio. Cena e pernottamento in campo ger.

7° giorno: Gurvansaikhan Yolyn Am – Khongorym Els
Colazione al campo ger. Oggi attraverseremo il Deserto del Gobi! Proseguiremo attraverso un canyon e il letto di un fiume fino a raggiungere le dune di sabbia con la possibilità di scalarle prima del tramonto. Cena e pernottamento in campo ger.

8° giorno: Khongorym Els – Bayanzag
Colazione nel campo di ger ed ulteriore escursione alle dune e visita ad una famiglia che alleva cammelli battriani. Attraverso uno degli itinerari più avventurosi puntiamo a nord attraverso i posti dove Roy Chapman trascorse la propria vita alla ricerca di fossili di dinosauro. Cena e pernottamento in campo ger.

9° giorno: Bayanzag – Ongii Khiid
Colazione nel campo ger. Se il tempo a disposizione ce lo consentirà esploreremo a bordo dei nostri mezzi questa zona ricca di arbusti di saxaul in cerca degli scavi archeologici abbandonati prima di puntare in direzione Nord. Nel pomeriggio trekking al complesso monastico di Ongii Khiid Cena e pernottamento in campo ger.

10° giorno: Ongii Khiid – Arvaikheer
Colazione nel campo ger. Nel caso non avessimo avuto tempo il giorno precedente, in mattinata visiteremo il vecchio monastero di Ongii Khiid prima di spostarci al villaggio di Arvaikheer. Cena in un ristorante della cittadina e pernottamento in hotel.

11° giorno: Arvaikheer – Kharkhorin
Colazione in hotel. Il nostro percorso oggi passa attraverso la Valle dell’Orkhon zona di affascinante bellezza e notevole importanza tanto da essere tutelata dall’UNESCO, strepitoso paesaggio che evoca una bellezza preistorica. Poi proseguimento fino a Kharkhorin. Cena e pernottamento in campo ger.

12° giorno: Kharkhorin – Khogno Khan
Colazione nel campo ger. Visita dell’antica capitale mongola e l’Erdene Zuu Khiid, il primo monastero buddista costruito in Mongolia 420 anni fa circondato da 108 magnifici stupa, che una volta comprendeva quasi 100 templi, 300 ger e quasi 1.000 monaci. Cena e pernottamento in campo ger. (in alternativa possibilità di pernottare nella steppa presso una famiglia di nomadi)

13° giorno: Khogno Khan – Ulaanbaatar
Colazione al campo ger. Ritorno alla capitale facendo sosta al Kustain Nuruu National Park dove potremo osservare il Takhi, il famoso cavallo selvatico mongolo. Pernottamento in guest house.

14° giorno: Ulaanbaatar
Colazione alla guest house e giornata libera nella capitale per gli ultimi acquisti e per visitare le altre bellezze che Ulaanbaatar conserva. Pranzo libero e cena in un ristorante della capitale. Pernottamento in guest house.

15 giorno: Ulaanbaatar – Italia
Colazione alla guest house e commiato con la guida mongola. Partenza dalla capitale per il volo di rientro, arrivo in Italia nel primo pomeriggio dello stesso giorno.

Date 2018:  

Costi

La quota include

  • 2 pernottamenti (camera doppia) in hotel con servizio di pensione completa
  • 4 pernottamenti (camera quadrupla) in guest house con servizio HB
  • 7 pernottamenti in campi ger (ger quadrupla) con trattamento di pensione completa
  • Transfer da/per aeroporto Ulaanbaatar/guest house
  • Accompagnatore locale in lingua inglese (solo con più di 3 partecipanti)
  • Coordinatore italiano
  • Tutti i biglietti d’ingresso ai siti e alle visite come da programma
  • Veicolo 4X4 nei giorni di spostamento carburante compreso

La quota non include:

  • Visto ingresso Mongolia
  • Volo aereo A+R Italia – Mongolia
  • Le bevande ai pasti (l’acqua non ai pasti sarà sempre fornita dall’organizzazione)
  • 3 pranzi a Ulaanbaatar (i primi 2 giorni e ultimo giorno)
  • Mance
  • Permessi per fotografare all’interno dei siti che si visiteranno
  • Assicurazione contro le penali di annullamento del viaggio
  • Mance
  • Extra personali
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne “La quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona

 


Marocco – Trekking del Toubkal DATE 2017/2018

toubkal2

Un suggestivo itinerario che ci porta a camminare al cospetto della catena montuosa più alta del Nord Africa, attraversando colorati villaggi berberi, caratteristiche coltivazioni a terrazza, vallate scoscese, circondati da alte cime. Durante il percorso un geologo italiano ci racconta le meraviglie naturalistiche di questo paese e la formazione della catena montuosa dell’Atlante, che in queste zone raggiunge quote superiori ai 4000 m. Raggiungiamo il punto più alto della catena sulla vetta del Toubkal che dai suoi 4167 metri offre un panorama grandioso. La guida locale ci spiega la vita in questi luoghi incontaminati dove il tempo sembra scorrere secondo un suo ritmo particolare.

Itinerario

Giorno 1: Marrakech
Arriviamo in aeroporto a Marrakech, ci trasferiamo nella Medina che offre uno spettacolo incomparabile, dove musica e folklore sono rappresentati presso il “palcoscenico” di piazza Jemaa El Fna. Ceniamo presso un ristorante locale.

Giorno 2: Marrakech
Dedichiamo la giornata alla visita di Marrakech. Visitiamo dall’esterno la Moschea della Koutoubia, famosa per il suo minareto, le affascinanti Tombe Saadiane, ci rechiamo infine al Bahia Palace e concludiamo il giro nella piazza Jemaa el Fna, dove la città si trasforma in un intrico di viuzze con bazar, piazze e moschee.

Giorno 3: Marrakech-Catena dell’Atlante – Id Aissa
In mattinata, con i nostri mezzi a motore, attraversiamo le gole di Molulay Brahim e, passato il villaggio Berbero di Asni, giungiamo a Tassa Ouirgane dove incontriamo i nostri portatori. Da qui comincia il nostro cammino verso la valle di Azaden per raggiungere infine il villaggio di Id Aissa (1600 mt.)

Giorno 4: Id Aissa -Tamsoulte
Attraversiamo alcuni villaggi della valle di Azaden, e raggiungiamo Tizi Oussem passando tra terrazze coltivate, alberi di noci e case color ocra. Dopo la sosta per il pranzo lasciamo il bagaglio ad Azib Tamsoulte e saliamo ad Ihouliden per ammirare le più alte cascate della zona (50 mt.). Torniamo infine al campo di Tamsoulte (2400 mt.) dove pernottiamo.

Giorno 5: Tamsolulte – Armed
Camminando tra la foresta di ginepri, saliamo al colle del Tizi Mzik (2489 mt.) e scendiamo ad Armed dove abbiamo tempo libero per esplorare il villaggio.

Giorno 6: Armed – rifugio Neltner
Camminiamo attraverso affascinanti scenari che ci consentono di ammirare gli ingegnosi sistemi d’irrigazione. Passiamo alla tomba (Marabout) di Sidi Chamharouche, famoso patrono della valle, considerato dai locali “gigante delle montagne”, simbolo di fertilità. Raggiungiamo il rifugio Neltner ai piedi del Toubkal dove poniamo il nostro “campo base” (3207 metri s.l.m.)

Giorno 7: rifugio Neltner – Toubkal – Armed
Giornata dedicata all’ascesa del Toubkal che, con i suoi 4167 metri s.l.m., è il monte il più alto di tutto il Nord Africa. Dalla cima possiamo ammirare la superba vista della piana di Marrakech, il Jbel Siroua e il Sahara. In serata raggiungiamo Armed.

Giorno 8: Armed – Imlil – Marrakech
Dopo mezz’ora di cammino torniamo al villaggio di Imlil dove incontriamo il minibus che ci riporterà a Marrakech, che raggiungeremo in tarda mattinata. Pomeriggio libero per gli ultimi acquisti a Marrakech e cena libera nella piazza.

Giorno 9: rientro in Italia

Date 2017-2018: dal 19 Ottobre al 27 Ottobre 2017 – dal 8 Aprile al 16 Aprile 2018

Costi: 1200 euro + volo (minimo partecipanti 6)

quotazioni “su misura” per un numero inferiore di partecipanti

La quota include:
Guida geologo o naturalista italiano per tutta la durata del viaggio
Guida locale durante i giorni di trekking
Trasferimento da e per l’aeroporto di arrivo
3 notti in Riad a Marrakech
3 notti in guesthouse
2 notti in tenda fornite dall’organizzazione
Pensione completa durante i giorni del trekking
Trattamento Bed and Breakfast nei giorni a Marrakech
Cuoco locale e attrezzatura da cucina durante i giorni di trekking
Trasporto bagagli durante i giorni di trekking

La quota non include:
Il volo: prezzi su richiesta
Assicurazione medico/bagaglio/annullamento obbligatoria
Mance per il personale locale
Sacco a pelo
Bibite e alcolici
Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travelteam di Verona